IL BLOG

Il blog di Trasformazione News si colloca in un ambito al servizio dei lettori. Con informazioni e consigli per una "trasform-azione" e quindi crescita personale all'insegna dell'informazione. Ciò che é crescita personale é capacità critica e autocritica, é acquisizione di modelli di comportamento da interiorizzare, personalizzare e mettere in pratica. Il blog di Trasformazione News vuole essere, senza pretese, uno strumento per i lettori in un rapporto senza censure. Saranno bene accetti consigli, critiche, commenti, partecipazioni attive per un confronto finalizzato allo scambio, quindi al miglioramento ed alla crescita. Buona navigazione!

Tiziana Scuderi

(Staff di Trasformazione News)

giovedì 10 ottobre 2013

CHE COS’E’ LA PNL?



La PNL è anzitutto azione. La sua materia di studio è la struttura dell’esperienza soggettiva: in che modo agiamo? In che modo pensiamo, impariamo, ci arrabbiamo? E in che modo le persone eccellenti conseguono risultati nel loro campo?

Nella PNL (acronimo per Programmazione Neuro-Linguistica), “Programmazione” ha a che fare con la sostituzione delle nostre sequenze di comportamenti ripetitivi con azioni finalizzate ad uno scopo.
“Neuro” si riferisce alla mente e a come organizziamo la vita mentale.
“Linguistica” riguarda il linguaggio, il modo in cui lo usiamo e la sua influenza su di noi.

L’obiettivo della PNL è l’eccellenza per tutti.

Il corpo e la mente sembrano statici, tuttavia cambiano ad ogni istante. Assomigliano a un fiume: ci sono attività incessanti e cambiamenti continui ma, nel complesso, qualcosa a livello profondo rimane invariato.
I pensieri e la fisiologia sono intimamente collegati: la natura dei nostri pensieri si ripercuote sulla fisiologia, mentre la salute e il benessere del corpo influenzano i pensieri. Mente, corpo e spirito si fondono nelle nostre convinzioni e ciò in cui crediamo influisce profondamente su pensieri e azioni. 
La PNL vede le credenze non in termini di vero o falso, ma di utile e inutile.
Talvolta le nostre azioni non procedono di pari passo con le convinzioni.

I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA PNL

I principi operativi di base della PNL sono i “presupposti” (ipotesi di lavoro).
Esistono quattro fondamentali principi nella PNL.

Il primo e più importante è il rapporto, noto come “rapport”. Più solido è il “rapport fisico” che avete con voi stessi, migliore sarà la vostra salute e il vostro benessere, poiché le diverse parti del corpo collaborano in sintonia.
Organizziamo il nostro mondo in una maniera che riflette il nostro stato interiore: i conflitti interni ne creano altri all’esterno e la qualità del “rapport” che abbiamo con gli altri spesso rappresenta uno specchio di quello che instauriamo con noi stessi.

Il secondo pilastro è “conoscere ciò che si vuole”. Stabilire quindi il proprio “obiettivo” o “risultato”. E’ un modo di pensare, né più né meno.

Il terzo pilastro è conosciuto come “acuità sensoriale”, ossia la capacità di usare i propri sensi: guardare, ascoltare percepire quello che accade attorno. Solo allora potremo sapere se stiamo procedendo verso il nostro obiettivo. E’ possibile utilizzare questo “feedback” per correggere quanto stiamo facendo, se necessario.

L’ultimo pilastro è la “flessibilità comportamentale”, ossia il poter scegliere tra varie azioni. Più scelte avete a disposizione, maggiori saranno le probabilità di successo. Continuate a modificare quello che fate fino ad ottenere ciò che volete.

Pensieri e convinzioni limitanti hanno la capacità di materializzarsi all’improvviso dalle profondità della mente inconscia. La rapidità e la regolarità con cui questo accade induce molte persone a credere di non avere la forza di resistere. La realtà è ben diversa. Imparare ad assumere il controllo della propria vita significa anche imparare a individuare pensieri e convinzioni limitanti o depotenzianti non appena prendono forma, per poi rispondere adeguatamente.

Modificando i significati attraverso una trasformazione della struttura percettiva (detta mappa, cioè l'universo simbolico di riferimento), la persona può intraprendere cambiamenti di atteggiamento e di comportamenti. La percezione del mondo, e consequenzialmente la risposta ad esso, possono essere modificate applicando opportune tecniche di cambiamento.
La PNL ha quindi tra gli scopi l'obiettivo di sviluppare abitudini/reazioni di successo, amplificando i comportamenti "facilitanti" (cioè efficaci) e diminuendo quelli "limitanti" (cioè indesiderati).
Il cambiamento può avvenire anche riproducendo ("modellando") precisamente i comportamenti delle persone di successo allo scopo di creare un nuovo "strato" di esperienza (una tecnica chiamata modeling, o modellamento).
La PNL fu promossa in origine dai fondatori Bandler e Grinder negli anni settanta come una forma straordinariamente efficace e rapida di terapia psicologica, affermando che potesse essere d'aiuto nella cura di fobie e disabilità di apprendimento, addirittura tramite una singola sessione di un'ora.

La PNL è guardare alla vita come una rara opportunità per apprendere.
La PNL è basata sul principio che ogni comportamento ha una struttura e che questa struttura può essere estrapolata, imparata, insegnata e anche cambiata. Il criterio guida di questo metodo è sapere che cosa sarà utile ed efficace.
La PNL permette ad una persona di organizzare le informazioni e le percezioni in modo da raggiungere risultati ritenuti impossibili in passato.
La sua convinzione di base è che le strategie efficaci di pensiero possono essere identificate, assunte e utilizzate da chiunque lo desideri.
( Articolo di Tiziana Scuderi)

Per ulteriori informazioni e percorsi formativi vedi APPRENDIMENTO ORGANIZZATO



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...